Home   /  Kyiv, una statua tra il prigioniero italiano e la compagna ucraina.   /  Kyiv, una statua tra il prigioniero italiano e la compagna ucraina

Kyiv, una statua tra il prigioniero italiano e la compagna ucraina

di Giuseppe Correra

 

Kyiv, quell'amore perduto e poi ritrovato, tra il prigioniero italiano e la compagna ucraina.


Una statua commemora la storia di Luigi Pedutto e Mokryna Yurzuk ritrovatisi dopo 60 anni grazie alla tv.

 

Un monumento che trasmette l'amore immortale può essere visto nel parco centrale Maryiinski di Kyiv.

 

E' consuetudine popolare che molti innammorati ucraini si scattano una foto accanto a questa coppia adorabile postandole nella pagina dei social network con un hashtag #vichnalybov che significa "amore eterno" e, quell' amore sarà veramente eterno!


Ma torniamo alla storia di Luigi e Mokryna. Il loro amore ha resistito alle peggiori tragedie storiche del Novecento e questa statua celebra la loro riunione avvenuta dopo 60 anni.

 

Un monumento dedicato alla struggente storia d'amore tra il prigioniero di guerra italiano Luigi Pedutto e la condannata ai lavori forzati ucraina Mokryna Yurzuk.

 

La statua è stata eretta vicino al «ponte degli innamorati» dove ancora oggi i giovani ucraini si promettono amore eterno.


L'AMORE NATO NEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO


Luigi Pedutto e Mokryna Yurzuk si sarebbero conosciuti nel 1943 in un campo di concentramento nazista vicino alla città di Sankt Polten, in Austria e presto si sarebbero innamorati. Peccato che dopo la liberazione il loro amore fu diviso dai nuovi equilibri internazionali: Mokryna fu costretta a tornare al di là della Cortina di ferro e gli innumerevoli tentativi di Pedutto, originario di Castel San Lorenzo, paesino di duemila anime nel cuore del Cilento, di riunirsi all'amata, risultarono vani. Per oltre 60 anni i due non si rividero più ed entrambi si sposarono nei propri paesi ed ebbero figli da altre relazioni.


L'INCONTRO


La svolta di questa favola d'amore arriva nel 2004. Pedutto che non ha mai dimenticato quella donna che nel campo di concentramento gli cuciva gli abiti e gli portava il cibo, scrive alla trasmissione televisiva russa «Aspettami», una sorta di «Chi l’ha visto» locale nella quale si aiutano i prigionieri di guerra e dei gulag a ritrovare il proprio passato. Racconta la sua storia d'amore e finalmente i due ex amanti possono rincontrarsi «L'ho cercata per 62 anni - fu il primo commento di Pedutto - E finalmente adesso l'ho trovata». Mokryna nel corso degli ultimi anni è venuta anche in Italia, ha visitato il paese natio dell'ex soldato e ha ottenuto la cittadinanza onorario di Castel San Lorenzo.


INAUGURAZIONE


All'inaugurazione del monumento Mokryna non era presente, poiché data l'età, non se l'è sentita di arrivare fino a Kyiv. Pedutto che per oltre 60 anni ha conservato nel portafoglio come una reliquia sia una foto dell'ex compagna sia una ciocca dei suoi capelli, non è riuscito a trattenere le lacrime e ha confessato ai media ucraini la sua felicità: «Quando avevo nove anni, il mio insegnante mi disse: "Ricordati che nella vita un giorno o l'altro sarai ricompensato per tutti i momenti difficili che avrai vissuto". Adesso sento di essere stato ricompensato per tutto quello che ho sopportato».


MATRIMONIO


Successivamente Pedutto durante gli anni ha chiesto all'ex compagna di sposarlo (entrambi vedovi), ma Mokryna ha glissato mettendosi a ridere: «Si sono ritrovati troppo tardi - ammette Galyna Yemeliyanova, nipote di Mokryna - Entrambi hanno figli e nipoti e non se la sentono di vivere in un paese straniero». Tuttavia periodicamente si incontrano e di solito è Pedutto che va in Ucraina portando regali all'ex compagna come olio d'oliva e parmigiano con i quali cucinano gli amati spaghetti. Per comprendersi parlano un mix di ucraino, italiano e russo, ma c'è chi confessa che riescono a capirsi anche senza parlare.

 

Maria Shevchenko, produttrice della trasmissione televisiva promise ai due di ritrovarsi, sostenendo apertamente che non è detto che gli ex amanti non decideranno prima o poi di sposarsi: «Da una coppia come questa, ci possiamo aspettare di tutto», ammise.


Purtroppo questa bellissima storia d'amore termina con la scomparsa di Pedutto nel 2013 e Mokryna nel 2015.

 

Commenti

Giuseppe Correra

Partners Ufficiali del sito web e del Blog

Ristorante Italiano a Kyiv
Ristorante asiatico a Chernivtsi (Ucraina)
Ristorante Italiano a Kyiv
Ristorante Ucraino a Kyiv
Ristorante Italiano a Kyiv
Azienda cibi e bevande a Kyiv
Hotel a Kyv (Ucraina)
Ristorante / Enoteca a Kyiv (Ucraina)
Bucovina Souvenir - Chernivtsi (Ucraina)
Tour Operator - Kyiv
Chernivtsi Ufficio Escursioni
Zruchno Travel - Viaggi e Turismo in Ucraina
ASSOCIAZIONE DELLE INDUSTRIE PER L' OSPITALITA' IN UCRAINA

Ultime News dall'Ucraina

Convertiore Valuta Gratis
Scarica il Media Kit in formato pdf

Social Network

FACEBOOK
TWITTER
PINTEREST

Miei Gruppi Facebook

GOOGLE PLUS
"PANORAMA UCRAINA"
"CITTA' DI CHERNIVTSI"
Per offrirti il miglior servizio possibile, questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego in conformità alla Cookie Policy.